News

Trasmissione "Falo" su RSI: Un cane per dottore

di Flavia Baciocchi

Un bambino ha perso tutta la famiglia in un incidente stradale. È ferito gravemente: ricoverato in ospedale, si è completamente chiuso al mondo esterno. I medici fanno un tentativo: gli mettono vicino un cane; l’effetto è sbalorditivo, il bambino reagisce rapidamente alle cure. Sono passati quasi 20 anni e da allora, all’ospedale Meyer di Firenze i cani sono di casa. In Ticino e in Svizzera per gli assistenti a quattro zampe le porte dei nosocomi, in generale, restano chiuse. Motivi igenico-sanitari, si dice, ma probabilmente anche un fattore culturale. Nelle case anziani e a domicilio invece, anche da noi, malati e disabili fanno sempre più affidamento sui cani. Li aiutano ad aprire il frigorifero e a ritirare la posta, ridanno loro voglia di vivere. Ma ci sono anche cani in grado di percepire in anticipo un attacco epilettico. Come si insegna una cosa del genere ad un cane? Quanto tempo ci vuole? E perché un cane che scodinzola suscita istintivamente una reazione di empatia nella maggior parte delle persone?

Link al trasmissione

Trasmissione "Alta Fedeltà" su RSI

Ottava puntata

Clarissa incontra il professor Franco Cavalli e Ambra mentre Fabrizio trascorre la giornata in compagnia di Murphy e Rex due cani dell’Associazione cani da terapia Svizzera.

 

Link al trasmissione

 

Corona-Virus Covid-19

Visitate il sito
Prima di visitare le istituzioni, si prega di contattare la direzione o il responsabile del servizio di assistenza infermieristica e di chiarire se sono state messe in atto misure speciali. Quando si entra e si esce dalle istituzioni, disinfettare le mani e astenersi dal salutare con strette di mano e baci. Finora gli scienziati non sono stati in grado di dimostrare alcuna trasmissione di COVID19 ai cani. Ci sono infezioni da altri virus corona che possono causare diarrea nei cani. Tuttavia, secondo l'OMS, non vi sono prove che animali domestici come cani e gatti siano stati infettati o possano trasmettere il virus Covid-19.
Tradotto con www.DeepL.com/Translator (versione gratuita)
 
Igiene delle mani
Requisiti per una buona igiene delle mani:
- Non si possono indossare anelli (comprese le fedi nuziali), bracciali, orologi o piercing su mani e avambracci
- Le unghie delle dita devono essere tagliate corte e arrotondate e devono terminare con la punta delle dita
- le unghie artificiali e le unghie in gel sono proibite
- Le mani non devono presentare lesioni al letto ungueale, infiammazioni o altre lesioni (come tagli)
Applicare il disinfettante per mani asciutte
In caso di possibile contaminazione da virus, occorre assicurarsi che il disinfettante per le mani utilizzato abbia un ampio spettro di attività e sia efficace contro i virus corrispondenti.
Tradotto con www.DeepL.com/Translator (versione gratuita)

Sito web dell'Ufficio federale della sanità pubblica con regole di comportamento:

https://www.bag-coronavirus.ch

Ecco una buona guida su come disinfettare le mani:

https://www.youtube.com/watch?v=DxEkUwz3DY4

e il sito informativo dell'Ufficio federale della sanità pubblica

https://www.bag.admin.ch/bag/de/home/krankheiten/ausbrueche-epidemien-pandemien/aktuelle-ausbrueche-epidemien/novel-cov/so-schuetzen-wir-uns.html

Sono particolarmente a rischio le persone anziane multimorbose con diverse malattie o le persone con difese immunitarie ridotte!

Cani da terapia e tassa sui cani

Nella maggior parte dei cantoni della Svizzera vige una legge che regola le modalità di riscossione della tassa sui cani.

Nel cantone di Zugo, per esempio, sono responsabili i comuni, nel cantone Lucerna è il cantone che regola l'importo e quali cani sono tassati. Nella maggior parte dei cantoni alcuni cani da servizio, appositamente addestrati, quali per esempio i cani da polizia e dell’esercito, i cani delle guardie di confine, i cani da protezione di greggi, i cani da catastrofe e da valanga, sono esenti dalle tasse.

I cani da terapia sono, purtroppo, tassabili nella maggior parte dei cantoni e dei comuni; questo nonostante il fatto che i proprietari svolgano generalmente un'attività di volontariato.

La formazione di un team di cani da terapia genera al proprietario costi che variano da 550.00 CHF a diverse migliaia di franchi. In questi costi non sono compresi i corsi di formazione di base, quali i corsi di socializzazione per cuccioli, i corsi di educazione o altre attività che il proprietario svolge con il proprio cane per prepararlo al meglio ed educarlo. Inoltre, non bisogna dimenticare il tempo necessario ed investito per la formazione del binomio, che si traduce in 14-15 mezze giornate di corso e del tempo che i partecipanti dedicano all’approfondimento della documentazione data. Una volta superato gli esami i binomi prestano il loro servizio, almeno due volte al mese, per un’ora circa, nelle varie istituzioni che richiedono la presenza di un team. Le visite possono avvenire in ospedali, cliniche di riabilitazione, cliniche psichiatriche, case di riposo e di cura per anziani, istituti o foyer per disabili o in abitazioni private. Alcuni team dedicano fino a 10 ore alla settimana al servizio della comunità, compresa la preparazione delle visite, i controlli periodici e le trasferte.

Molto spesso i team rinunciano anche alla fatturazione delle spese di viaggio (e di vitto).

Per molti ospiti che vivono negli istituti e a casa, la visita del team del cane da terapia è uno dei momenti salienti della settimana. L'amore incondizionato del cane ha un effetto meraviglioso su molte persone svantaggiate. Questo è fonte di grande motivazione e gratitudine per i binomi che offrono il loro servizio di volontariato.

L'Associazione Cani da Terapia Svizzera si impegna a far sì che la grande dedizione che i propri team offrono a livello di tempo e finanziario, venga valorizzato ed apprezzato anche dalle autorità cantonali e comunali e che, analogamente ai cani da servizio, anche i cani da terapia vengano esentati dalla tassa sui cani.